Traslochi a Roma: cosa sapere prima di trasferirsi nella capitale eterna

Traslocare nella capitale è il sogno di moltissimi studenti e lavoratori che hanno subito il fascino indiscusso della città eterna. Tuttavia, soprattutto per coloro che non hanno mai abitato nella città capitolina, trasferirvisi comprende il disbrigo di alcune faccende che possono risultare più complicate del previsto. In questo articolo, vedremo quali sono le cose indispensabili da sapere prima di traslocare a Roma. Comunque, prima di fare qualsiasi mossa, ci sentiamo in dovere di consigliare a tutti di controllare per bene quali sono i traslochi Roma prezzi: nessuno di noi vuole ricevere una sorpresa in quanto ai costi economici del trasloco!

Il traffico di Roma lo trovi solo a Roma

Quando si trasloca da una casa all’latra occorre trasportare mobili e suppellettili vari. Senza ombra di dubbio, questi oggetti dovranno attraversare qualche strada a bordo di macchine, furgoni e camion. Cosa indica questo? Che il traffico presente sulla carreggiata determinerà l’orario del loro arrivo e il loro ritardo. Se si sceglie di trasferirsi a Roma, occorre considerare che il traffico nella metropoli è qualcosa di difficilmente ritrovabile nel resto della penisola. Quini, è necessario non sottovalutarlo mai. Anzi, la cosa migliore da fare è stabilire il percorso che faranno i mobili e i nostri imballaggi sulla base del traffico che affolla alcune vie e stabilire con precisione l’orario di inizio del viaggio, facendolo coincidere con quello di minor caos.

Cercare un mezzo autorizzato a circolare e sostare davanti alla nuova casa

Roma, città splendida, piena di meraviglie architettoniche e di strade a senso unico arricchite con numerosi divieti di sosta! Per non incorrere in una salata multa proprio nel giorno del proprio trasloco, è sempre una buona idea quella di fare qualche accertamento sul veicolo che trasporta le nostre cose: è autorizzato a circolare vicino alla nostra nuova abitazione? Le sue dimensioni permettono di lasciarlo in sosta mentre vengono scaricati i bagagli senza ostacolare il passaggio degli altri veicoli?

Avvisare il vicinato del trasloco

Si tratta di un’azione alquanto semplice e simbolo di buona educazione, quanto poco praticata. Eppure, avvisare i vicini che si sta effettuando un trasloco è sempre una buona prassi. Innanzitutto, permette di trovar libero il parcheggio davanti al nuovo condominio e poi getta le basi per un rapporto di cordialità e rispetto reciproco.

Scegliere il giorno del trasloco

In tutte le città, ma soprattutto in quelle caotiche come Roma, è possibile riscontrare una diminuzione del traffico in alcuni giorni particolari. Questi sono i giorni nei quali va effettuato il trasloco. Naturalmente, non è possibile indicare un giorno preciso, poiché esso varia a seconda della zona e delle attività commerciali che sono presenti in quel territorio. Comunque, è un’idea ragionevole quella di controllare i giorni di chiusura di eventuali fabbriche e negozi vicini: è probabile che si troverà un minor traffico.

Infine, tra le cose che vogliamo ricordare c’è quella di avvalersi una ditta specializzata in traslochi. Sono professionisti e ce ne sono di prezzi molto diversi.