Come prendersi cura del pozzo nero: cosa non buttare nello scarico

Una valida impresa di autospurgo Roma consiglia di fare massima attenzione a che cosa finisce dentro il pozzo nero poiché si tratta di un a vasca chiusa che si riempie maggiormente se non si fa attenzione. Molte persone usano il wc e gli altri scarichi di casa come se fossero dei cestini della spazzatura, senza pensare alle conseguenze, soprattutto chi ha un pozzo nero perché troppo lontano per essere collegato alla normale rete fognaria, deve fare maggiore attenzione a che cosa butta nel wc.

Vernici, solventi, colle. Prodotti come vernici, colle, solventi e simili vanno raccolti e portati presso la più vicina discarica. Non si devono mai versare tali sostanze nel wc soprattutto per chi ha un pozzo nero perché esse vanno ad alterare il delicato equilibrio batterico che permette una parziale digestione dei prodotti all’interno.

Avanzi di cibo. il cibo che p avanzato non va buttato nel wc nemmeno se è semiliquido. Questo si attacca ai tubi e finisce nel pozzo nero creando problemi che richiedono un intervento di autospurgo Roma immediato.

Oggetti estranei. Tuto quello che non è acqua non dovrebbe mai finire nello scarico del wc. Oggetti diversi no vano mai messi nello scarico ma nel cestino. È dunque obbligatorio, soprattutto per chi ha un pozzo nero, evitare di buttare nel wc pannolini, assorbenti, salviette umidificate, batuffoli di cotone, dischetti per togliere il trucco etc.

Carta igienica. Pare strano ma chi ha un pozzo nero dovrebbe evitare di buttare nel wc anche la carta igienica quella normale, va raccolta e messa in un cestino a parte onde evitare problemi che richiedono l’intervento della impresa di autospurgo Roma e dintorni. Un’altra soluzione potrebbe esser quella di preferire carta igienica biodegradabile che no crea perciò messa dentro il pozzo sotterraneo.

Altro. Alcune persone sono solite gettare nel wc anche il pesciolino rosso morto e altri animaletti di casa come il criceto. È sbagliato farlo in ogni caso, ma soprattutto se si ha un pozzo nero per la raccolta delle acque reflue.