Alcuni consigli per la scelta dell’epilatore luce pulsata

Oggi parliamo di luce pulsata, in particolar modo di quali sono i dettagli tecnici importanti di un epilatore.

L’epilatore luce pulsata è un metodo valido per rimuovere i peli superflui. Può infatti sostituire la ceretta, la depilazione con rasoio e molto altro. Il vantaggio di questo metodo è che risulta completamente indolore e, trattamento dopo trattamento, riduce anche i peli, indebolendoli.

La pecularietà della luce pulsata è che:

  • La melanina attira e assorbe l’energia luminosa. Il pelo ne viene indebolito.
  • Peli molto chiari non possono essere trattati con la luce pulsata per la scarsa melanina che possiedono.
  • La pelle non viene danneggiata da questo trattamento.
  • Trova la sua condizione ideale con peli scuri e pelle molto chiara.
  • Un epilatore professionale permette di fare un trattamento molto più duraturo e capace di rimuovere invia quasi definitiva i peli, molto più
  • Può essere eseguito su grandi o piccole zone del corpo. Più è estesa più sedute occorrono.
  • Non si tratta in realtà di un metodo definitivo per la rimozione dei peli ma li rimuove quasi completamente. Periodicamente però va effettuato un trattamento di mantenimento

Quali sono le caratteristiche di un buon epilatore a luce pulsata?

  1. Deve avere la lunghezza d’onda giusta. Il risultato migliore si ottiene proprio con una potenza d’impulso corretta. Quando acquistate il vostro epilatore a luce pulsata dovrebbe averne una tra i 590 e i 1200.
  2. L’impulso della luce deve essere inferiore al rilassamento termico, in modo che il tessuto possa rilassarsi. Se così non fosse, potrebbe causare danni al tessuto intorno. Una misura standard è 50 ms.
  3. C’è poi da tenere in conto la fluenza, cioè l’energia prodotta dalla lampadina per ogni 7-10 centimetri di pelle. Se il valore è troppo elevato possono esserci danni alla pelle, altrimenti, se tropp basso, potrebbe essere inefficace il trattamento.