La festa di San Valentino

Il 14 febbraio come tutti sanno è la festa di San Valentino, il protettore dei matrimoni e di tutti gli innamorati, ma perché fra i tanti Santi si è scelto proprio questo? E perchè si fa il regalo di San Valentino?

Al contrario di quando si possa pensare questa ricorrenza non è per così dire recente, bensì trae le sue origini da molto lontano, le varie leggende sia cattoliche che pagane fanno riferimento  a questa occasione.

Già nel quarto secolo A.C. nello stesso periodo i romani veneravano il dio Fauno protettore della fertilità, in un’urna venivano messi i nomi degli uomini e delle donne, si estraeva una coppia che si impegnava a trascorrere insieme un periodo di un anno, per onorare il dio.

Usanza molto male accettata dalle donne romane ed ancor più dalla chiesa cattolica, allora  si scelse un santo, ovvero San Valentino di Terni, un vescovo romano che subì il martirio proprio il 14 febbraio, rispettato al tempo come guaritore degli epilettici.

Diverse sono le leggende che s’ intrecciano con la sua vita, una delle quali narra come il santo fece riconciliare due innamorati facendo volare intorno a loro una coppia di piccioni in amore.

Un’altra recita che donando dei fiori colti dal suo giardin a due giovani, li avrebbe benedetti e fece in modo che restassero uniti per sempre.

Durante tutta la sua vita da vescovo il suo scopo principale era quello di sostenere tutte i giovani innamorati pronti a dichiararsi amore eterno e sposarli, a volte anche in gran segreto, come nel caso di una donna cristiana con un uomo romano pagano.