Chirurgia estetica: quali sono le più comuni in Italia?

In Italia moltissime persone ogni anno decidono di ricorrere alla chirurgia estetica. C’è chi vuole modificare il seno, chi il naso e chi desidera apparire più giovane attraverso degli interventi mirati agli occhi. La cosa importante comunque è affidarsi a un buon professionista, come Vito Contreas (www.vitocontreas.it). Ma quali sono i tipi di chirurgia estetica più comuni in Italia?

  1. Mastoplastica

La mastoplastica è l’intervento di chirurgia estetica che modella il seno. Può essere di tipo additivo, cioè che aumenta le dimensioni del seno. Può essere riduttiva, cioè che lo riduce (meno comune ma comunque richiesta) e può essere una mastopressi, cioè il rimodellamento e il sollevamento del seno. Molto gettonata quest’ultima tra le persone che hanno il seno di una dimensione per loro gradevole ma non è armonico oppure è cadente.

  1. Rinoplastica

E’ tra le più richieste. La rinoplastica è la chirurgia estetica che interviene sul viso per modellare il naso erenderlo più armonico. Può modificare la forma e la dimensione. Quando viene fatta l’operazione aperta è molto più invasiva, perché distrugge per ricostruire. Chiede sempre l’anestesia. Se viene fatta quella chiusa è meno invasiva ma il risultato può essere meno preciso. Il prezzo di una rinoplastica varia in base a diversi fattori. Dal professionista che opera, il tipo di intervento, lo standard di sicurezza… il costo va dai 3.000 ai 6.000 euro.

  1. Blefaroplastica

Questo tipo di chirurgia estetica invece interviene direttamente sugli occhi. In pratica va a rimuovere le borse quando c’è bisogno, solleva le palpebre calanti e apre lo sguardo. Il risultato è un contorno occhi molto più giovane. Viene scelto soprattutto da chi ha più di cinquant’anni.

  1. Lipofilling

Altra chirurgia estetica molto ricercata in Italia è la lipofilling, cioè la chirurgia estetica che interviene sulle labbra. Ne esistono di diversi tipi, la lipofilling è solo una di questi e in pratica si occupa di prelevare del grasso da un’altra parte del corpo del paziente per iniettarlo nelle labbra. Altre possibilità sono quelle di fare le iniezioni di acido ialuronico e filler.